domenica 13 settembre 2015

NON DI SOLO PANE... - Crackers senza lievito alla segale con origano


CATEGORIA: prodotto da forno.

I CINQUE SENSI PIU' UNO: SENSAZIONI E RICORDI
Il pane e i suoi derivati hanno un fascino che ignora l'esistenza dello spazio e del tempo. Diffusi in tutto il mondo, ambasciatori dell'identità dei popoli, testimoni di adattamenti alle necessità, simboli spirituali, raccontano vicende significative che riguardano storia, sociologia, antropologia, geografia e religione. Pane e simili sono quindi una scuola vera e propria, una fonte preziosa di informazioni, nonché elementi dalla simbologia potentissima.

Dalle pingui forme dei pani tipici delle zone montane alle golose e sofisticate pagnottine cittadine, dalle molliche candide e soffici a quelle scure e consistenti, dalle gallette ai crackers, ai grissini, farine e acqua compiono miracoli affascinanti che rendono questi alimenti imprescindibili.

IL VOLO PINDARICO: L'IDEA
Un derivato del pane che pare destinato ad accompagnarci fuori casa per la sua praticità come ci hanno insegnato i marinai che consumavano gallette durante i lunghi viaggi e come l'industria ci ha confermato, è il cracker. Ma se lo riportassimo tra le mura domestiche preparandolo con ingredienti semplici e giocando con i sapori?
Questi cracker senza lievito sono sottili e croccantissime esperienze di gusto. Mediterranei nell'anima grazie all'olio extravergine e all'origano profumato di orti e sole, sono semplicissimi da preparare.

COSA CI METTO: INGREDIENTI PER CIRCA 50 CRACKERS
  • 150 grammi di farina di segale
  • 150 grammi di farina 00
  • 120 grammi di acqua a temperatura ambiente
  • 50 grammi di olio extravergine di oliva
  • 2 cucchiai abbondanti di origano secco
  • 1 presa di sale fino + un po' per spolverizzare i crackers prima della cottura
  • Pepe nero macinato al momento q.b.

COME LO FACCIO: PROCEDIMENTO
In una capace ciotola verso le farine e le mescolo con un cucchiaio per arieggiarle.

In una seconda ciotola emulsiono acqua, olio, sale e pepe sbattendo con una forchetta. Verso l'emulsione nel mix di farine, aggiungo l'origano e impasto il meno possibile. La quantità di acqua è indicativa: dipende dalla qualità delle farine utilizzate e dal loro grado di assorbimento dei liquidi: devo ottenere una pasta soda e piuttosto consistente con non si attacchi alle dita.

Formo una palla, copro la ciotola e lascio riposare l'impasto in frigorifero per un'ora.


Trascorso il tempo stendo la pasta sulla spianatoia abbondantemente infarinata formando una sfoglia spessa circa 2 mm di forma quadrata.


Aiutandomi con un righello o una guida dritta ritaglio quadrati di 4,5 cm circa di lato, utilizzando una rotella dentellata. Per evitare sprechi, i ritagli possono essere impastati e stesi una seconda volta.


Trasferisco i crackers su una grande teglia foderata di carta da forno (o sulla leccarda) e li bucherello in tre punti con i rebbi di una forchetta. Spolverizzo con poco sale fino e cuocio a 250°C per 4 o 5 minuti. I crackers devono dorarsi bene e formare piccole bolle in superficie.


Estraggo dal forno e lascio raffreddare completamente su una griglia per dolci.


I PRESENTI E GLI ASSENTI: principali allergie e intolleranze alimentari
Crostacei e prodotti a base di crostacei: NO
Uova e prodotti a base di uova: NO
Pesce e prodotti a base di pesce: NO
Arachidi e prodotti a base di arachidi: NO
Cereali contenenti glutine e prodotti derivati: SI
Soia e prodotti a base di soia: NO
Latte e prodotti a base di latte (compreso il lattosio): NO
Frutta con guscio e prodotti derivati: NO
Sedano e prodotti a base di sedano: NO
Senape e prodotti a base di senape: NO
Semi di sesamo e derivati: NO
Lupino e prodotti derivati: NO
Molluschi e prodotti derivati: NO
Patate e prodotti derivati: NO




Nessun commento: