giovedì 25 settembre 2014

SLELLY AL GAMBERO ROSSO!!!


UN EVENTO DA NON PERDERE!

Ci sarò anche io per presentare l'ebook dedicato al Parmigiano Reggiano assieme alla mia amica e collega food blogger Maria Antonietta Grassi de II Pomodoro Rosso di Mantgra.

VI ASPETTO A TORINO - CITTA' DEL GUSTO DEL GAMBERO ROSSO, ore 11.00.

Spero di incontrare molti di voi.

Paola Uberti,
SLELLY - The Dark Side of Kitchen








mercoledì 24 settembre 2014

RED AND GREEN CHILI - Chili vegetariano a base di fagioli rossi


CATEGORIA: piatto unico

I CINQUE SENSI PIU' UNO: SENSAZIONI E RICORDI
Non so quanto durerà questa dimensione stagionale oscillante tra un'estate che allunga la sua luce sulle sere e sui mattini e l'autunno che inizia a dilagare silenziosamente, abbracciando con un timido seppur frizzante freddo le notti. È una non-stagione bellissima. Porta in sé il misticismo insito nei passaggi, nei cambiamenti, negli eterni cicli vitali.

È difficile descrivere le sensazioni suscitate da questa transizione: forse il modo migliore è cucinare. Realizzare piatti ibridi. Creare ricette che vogliono celebrare questa mutevolezza, questo anno zero della natura.

IL VOLO PINDARICO: L'IDEA
Il Red and Green Chili è una zuppa speziata di fagioli rossi che riscalda il corpo e il cuore con la consistenza tipica del comfort food, compagno ideale dei primi freddi.

lunedì 22 settembre 2014

MAMMA MIA - Melanzane panate al forno con confettura di peperoncini e ananas


CATEGORIA: antipasto

I CINQUE SENSI PIU' UNO. SENSAZIONI E RICORDI
Quale straordinaria capacità ha il pane non solo di accompagnare i cibi, ma di rivestirli con la sua generosa seppur semplice bontà, rendendoli straordinariamente invitanti.

Le melanzane panate e fritte sono un grande classico della cucina italiana e uno dei miei milioni ricordi culinari legati a mia madre. Io adoravo le sue melanzane, croccanti, dorate, morbide nel cuore, calde e dolci come lo erano i suoi abbracci.

Da tempo desideravo mangiarle, sentire la panatura rompersi per liberare il gusto delicato degli ortaggi che innesca un gioco sensoriale capace di scaraventarmi nei ricordi dando origine a quello straordinario processo mentale che collega i sapori a immagini distinte radicate nella mente.

IL VOLO PINDARICO: L'IDEA
In certi casi, e quando i risultati sono degni, considero la cottura in forno un valido sostituto della frittura (che non demonizzo affatto e alla quale riconosco unicità). In questa ricetta le melanzane con doppia panatura aromatizzata all'origano risultano davvero piacevoli. All'insegna di un piatto semplice e gustosissimo ho scelto di accompagnarle con una confettura dolce e piccante che aumenta gli stimoli che arrivano alla bocca attraverso un alternarsi di sapori, sensazioni e consistenze.

NON SOLO SUGO - Pomodori perini ripieni di mozzarella e trito saporito


CATEGORIA: antipasto.

I CINQUE SENSI PIU' UNO: SENSAZIONI E RICORDI
L'estate è agli sgoccioli, l'autunno alle porte, le due stagioni si sovrappongono, resistono l'una all'altra, si fondono e mescolano generando giorni di inebriante follia in cui si alternano temporali e pioggia che pare novembrina, cieli blu agosto o celeste settembre, frutti della terra che hanno nel DNA il sole splendente oppure le prime brume, l'umidità mattutina, il gracchiare dei corvi che si perde nell'aria densa.

Pomodori e zucche, peperoni e verze, pesche e castagne. Amo questa varietà tanto entusiasmante quanto lirica nel suo essere destinata a non durare.

Così, in equilibrio tra il desiderio di dilatare l'estate e di abbracciare l'autunno in tutta la sua decadente sensualità, cucino e sorrido.

IL VOLO PINDARICO: L'IDEA
I pomodori perini non sono solamente adatti alla preparazione di sughi e conserve, ma si rivelano divertenti e gustose barchette pronte ad ospitare ripieni, in questo caso un composto saporito a base di mozzarella, capperi, olive e acciughe.

sabato 20 settembre 2014

GRECIAMERITALIA - Empanadas vegetariane intercontinentali al forno


CATEGORIA: antipasto o portata per buffet.

I CINQUE SENSI PIU' UNO: SENSAZIONI E RICORDI
Mmmhhh...se penso alla pasta delle empanadas, croccante fuori, morbida dentro, scrigno di sapori, custodia di infinite varianti laddove si voglia essere "contaminanti" e creativi, oppure scrigno di antica tradizione latinoamericana.

Saccottino delizioso che fa rimbalzare la mia anima tra l'irrefrenabile desiderio di addentare e la temperatura proibitiva del ripieno appena uscito dal forno. Quale sottile e sadico carattere hanno queste specialità etniche nel tentarmi e nell'allontanarmi quando le mie dita e le mie labbra assaggiano la fiamma pura. Che frustrazione...ma che soddisfazione dà, alla fine, l'aver saputo attendere quegli attimi che sembrano interminabili e che getterebbero chiunque nel ricordo di un amore atteso spasmodicamente che tarda ad arrivare a un appuntamento sotto le stelle...forse involontariamente, forse per narcisismo, forse perché è altrettanto emozionato.

IL VOLO PINDARICO: L'IDEA
Street food d'oltreoceano per eccellenza, le empanadas rappresentano la cucina tradizionale latinoamericana che esplode, sull'onda della semplicità, con colori, sapori intensi, tentazioni piccanti, profumi penetranti.

Questa ricetta unisce tre cucine: latinoamericana, italiana (per la presenza delle olive di Cerignola, della mozzarella e del provolone), greca per la natura del ripieno. Per me è quindi un viaggio, una lunga passeggiata attorno al mondo, uno stimolo culturale, un gioco divertente, una piacevolissima esperienza di sapore.

giovedì 18 settembre 2014

PAN X FOCACCIA - Panfocaccia ai cereali con olive e timo


CATEGORIA: prodotto da forno.

I CINQUE SENSI PIU' UNO: SENSAZIONI E RICORDI
Esistono profumi capaci di inebriarmi ogni volta che li sento, nonostante li conosca da tempo...o forse è proprio per questo senso di familiarità che mi affascinano ed emozionano, per il fatto che in piccole molecole volatili si nascondono elementi grandi e vivi quali sono i ricordi e gli istinti. Tra questi profumi c'è quello della pasta lievitata e dei panificati cotti nel forno di casa che saturano gentilmente l'aria rendendo la cucina un alchemico laboratorio di trasformazioni di materia, sogni, fantasie.

IL VOLO PINDARICO: L'IDEA
Un po' pane e un po' focaccia, sicuramente rustica e per questo schietta e sincera nei sapori spinti della farina di cereali, delle olive e del timo aromatico che culminano nelle scaglie di sale, questa preparazione è perfetta per accompagnare un pasto come goloso sostitutivo del pane oppure per un buffet informale.

MORAMOREMIO - Tartellette integrali all'olio con more e crema al brandy e vaniglia


CATEGORIA: dessert

I CINQUE SENSI PIU' UNO: SENSAZIONI E RICORDI
Io amo fare la spesa. Aggirarmi con tranquillità tra i banchi dei mercati, osservare, annusare e quando possibile, assaggiare. Ma c'è un modo che supera i confini dell'amore e sfocia nella passione assoluta, quella che coinvolge tutti i sensi, scatena il mio senso di libertà che diventa affine a un uccello che solca il cielo in un giorno di sole di metà settembre: raccogliere frutti selvatici in campagna, sporcarmi con il loro succo, combattere con il desiderio di mangiare e riempire un cestino di vimini consunto dall'utilizzo.

Sensazioni e ricordi, in occasioni simili si librano attorno a me, sgorgano letteralmente da un punto indefinito tra lo stomaco e il cuore, riscaldano il mio sangue, accendono il mio sorriso, mi rendono irrazionale e straordinariamente felice.

Domenica scorsa sono partita per una delle mie passeggiate in aperta campagna. Desiderosa come sono di lasciarmi sedurre da nuovi itinerari, strade semiabbandonate che finiscono chissà dove, tra salite, discese, scorci mozzafiato, ho percorso un nuovo sentiero ed ho trovato quello che ora è il mio posto delle more.

Dietro ad una curva, accaldata per la salita e immediatamente rinfrescata dalla brezza che soffiava e creava cristallini vortici sotto le fronde degli alberi, le ho viste. Belle, turgide, brune, con i loro globi simili a mille occhi di ragno, lo stesso ragno che giaceva tranquillo tra le spine, ambasciatore di una pace infinita che solo chi vive con e per la natura può provare.

Il mio cestino si è riempito e con lui la mia anima che, lungo la via del ritorno, ha indugiato nei ricordi e si è eccitata all'idea di preparare un dolce sano, delizioso e straordinariamente rassicurante.

martedì 16 settembre 2014

COSTI QUEL CHE COSTI-NA - Costine di maiale marinate alle sei spezie


CATEGORIA: secondo piatto.

I CINQUE SENSI PIU' UNO: SENSAZIONI E RICORDI
Acido, grasso, aromatico: questa è la triade dei principi sui cui si fondano le marinature.
Acquisita questa nozione, la creatività può scatenarsi, gli accostamenti di sapore avvicendarsi, giocare gli uni con gli altri, sovrapporsi ed esaltarsi reciprocamente.

Le spezie, tesori di sapore, miracoli di profumo custoditi in minuscole bacche, piccoli semi, impalpabili e sensuali polveri, donano alle marinature, e quindi ai cibi che abbracciano in lunghe e pacifiche stasi, accenti, onde, tintinnii, vibrazioni, carezze di gusto e aromaticità.

IL VOLO PINDARICO: L'IDEA
Le costine di maiale cotte sul barbecue sono entrate nella leggenda, almeno quella che anima le feste a casa mia, quando gli amici si riuniscono attorno alla tavola.

Numerose sono le combinazioni di sapore da accostare a una materia prima così ricca, succulenta e tanto apprezzata da essere trasversale a molte cucine nel mondo.

Questa ricetta si fonda su un concerto di spezie che non è solo gusto, ma è autentico "suono", orchestra. Penso allo zenzero come al triangolo, al pepe di sichuan come al violino, al pepe rosa come all'arpa, ai semi di finocchio come alla grancassa, al peperoncino come alla tromba.

Nella ricetta che segue troverete tutti questi ingredienti che suonano attorno alla carne di maiale una sinfonia ora dolce, ora piccante che si estende e dilata nel potere della fiamma.

lunedì 15 settembre 2014

MELE PIANGENTI E BRUCIANTI RRR STYLE (Recupero, Rispetto, Risparmio)-Confettura speziata di mele e cipolle per carne di maiale


CATEGORIA: confettura

I CINQUE SENSI PIU' UNO: SENSAZIONI E RICORDI
Questa confettura è marchiata RRR STYLE, la trinità che era insegnata alle massaie tra le due guerre e valida anche oggi, in tempi di crisi come in periodi di ricchezza: Recupero, Rispetto, Risparmio (vai alla pagina dedicata alle ricette di recupero oppure scarica il mio ebook gratuito di ricette).

Recuperare gli alimenti, riciclarli o comunque evitarne lo spreco sono forme di rispetto nei confronti del cibo e del suo valore etico.

Non sono così brava da non gettare mai nulla e, quando lo faccio, sento di essermi macchiata di uno dei peggiori delitti: offendere qualcosa di universalmente sacro, a prescindere dalle convinzioni religiose di ognuno.

IL VOLO PINDARICO: L'IDEA
Questa ricetta è Nata in occasione del lontano Natale 2011, con i suoi pranzi, le sue cene, i suoi convivi, ma è perfetta anche per un periodo come questo, in cui il barbecue è ancora protagonista: si tratta di una confettura perfetta per accompagnare la carne di maiale. È nata dalla volontà di recuperare alcune mele che giacevano nel portafrutta. Belle, colorate, sane, erano troppe per essere consumate a crudo.
Quale soluzione migliore di una confettura per evitare lo spreco di tanta abbondanza e delizia?
La dolcezza naturale della frutta e delle cipolle intensificata dallo zucchero, riscaldata e sedotta dalle note piccanti di pepe, peperoncino e senape, a mio avviso ben si adatta alla alla carne del maiale in un connubio di semplicità ed eleganza.

martedì 2 settembre 2014

L'EBOOK GRATUITO DEDICATO AL PARMIGIANO REGGIANO


EVVIVA!!!

È online l'ebook gratuito di ricette, cultura e curiosità interamente dedicato al PARMIGIANO REGGIANO che ho fortemente voluto e che ho curato dal punto di vista grafico.

La pubblicazione è stata realizzata con il patrocinio del CONSORZIO DEL FORMAGGIO PARMIGIANO REGGIANO, che ringrazio di cuore, ed è gratuita e liberamente fruibile e condivisibile.

Grazie a tutti coloro che vorranno diffondere questo ebook: un'opera dedicata a un'eccellenza gastronomica italiana che fa storia.

Questo è il link per scaricare l'ebook: http://bit.ly/1x4wTi9

Paola Uberti,
SLELLY - The Dark Side of Kitchen