venerdì 25 maggio 2012

TANTI AUGURI A ME - Slelly, The Dark Side of Kitchen compie un anno.

Oggi, 25 maggio 2012, questo blog compie il suo primo anno di vita.

Colgo l'occasione per riproporvi la prima ricetta pubblicata: è il mio modo di celebrare la prima tappa di un cammino che spero sarà ancora molto lungo.

A tutti coloro che credono e sostengono questo progetto, ovvero coloro che seguono Slelly - The Dark Side of Kitchen e a quanti hanno espresso il loro apprezzamento sulla pagina Facebook del blog.



Al mio compagno, Mauro, che 'ci crede davvero', che mi sostiene, che mi stimola e che...tante, tante altre cose.

A mio padre che, innamorato della sua 'bambina', la ritiene capace di riuscire in qualsiasi impresa.

A mio fratello che, nonostante i 600 km che ci separano, chiacchiera con me di insalate di anatra, di dolci ricordi e di speranze per il futuro.

Ai miei amici, che rispondono sempre "sì" ai miei inviti e siedono alla mia tavola con fiducia ed entusiasmo e con i quali passo serate che sanno di 'famiglia'.

Alle amiche speciali, che rendono la mia vita 'un piatto delizioso'.

A tutti voi, dal profondo del cuore, GRAZIE.

Paola,
Slelly - The Dark Side of Kitchen.

IL BACIO DELLA PERA ALLIGATORE – Baci di pomodori ripieni di Guacamole.

CATEGORIA: antipasto.

INGREDIENTI LEGATI ALLE PRINCIPALI ALLERGIE E INTOLLERANZE: NO

I CINQUE SENSI + UNO: SENSAZIONI E RICORDI.
Pungente e acido. Fresco e carezzevole. Aromatico e gustoso. Morbido e croccante. Aggressivo e delicato. Il Guacamole è una musica popolare, di quelle che restano in mente per giorni interi. E’ la magia visiva dell’accostamento di rosso e verde. E’ un denso mare in cui nuotano profumi e sapori. E’ una festa di strada nella quale si sovrappongono voci di anziani e di bambini

mercoledì 23 maggio 2012

TIC TACO - Finti taco di Parmigiano Reggiano con chili

CATEGORIA: piatto unico.

I CINQUE SENSI PIU' UNO: SENSAZIONI E RICORDI.
Il Parmigiano Reggiano è una materia prima che, oltre a un sapore inconfondibile, porta in sè una caratteristica che lo rende magico, alchemico: la plasticità. Una volta fuso e modellato, può essere utilizzato per creare le più disparate forme, destinate ad accogliere ripieni saporiti o per essere gustato al naturale, in forma di cialda (vedi anche le ricette COLPO DI TACOIL MAIALE SOPRAZERO).

Ricco e sapido, avvolgente e pieno, questo formaggio è una risorsa di gusto e sostanze nutritive che costituisce una colonna portante della cucina italiana e dell'eccellenza casearia del nostro Paese.

martedì 15 maggio 2012

IL BACIO DEL CONTADINO - Baci di parmigiano e pecorino con crema alle pere

CATEGORIA: finger food.

I CINQUE SENSI PIU' UNO: SENSAZIONI E RICORDI.
Si può dire che la pasticceria italiana ha una naturale propensione alle 'manifestazioni affettive': dispensa baci in quantità. Dai celebri Baci di Dama piemontesi ai Baci tipici di molte cittadine liguri (Spotorno, Alassio, Laigueglia...), ai baci di Assisi.

Questi bocconi di pura ed estasiante dolcezza, nel caso dei Baci di Dama, sono caratterizzati da una forma che rispecchia il loro avvolgente e seducente sapore. Gli occhi scorrono sulla superficie tondeggiante che parla di una consistenza croccante e morbida al contempo, di una pasta che si scioglie in bocca in una curva di piacere, di un accento zuccherino mitigato dalla punta acida e amara del cioccolato di farcitura.

giovedì 10 maggio 2012

CANTONATA - Personale interpretazione del riso alla cantonese

CATEGORIA: antipasto o portata da buffet.

I CINQUE SENSI PIU' UNO: SENSAZIONI E RICORDI
.
Ricordo quando, molti anni fa, i ristoranti cinesi iniziarono a comparire nella mia città, Torino.

Divisero la popolazione tra Apocalittici e Integrati, ovvero tra coloro che, mossi dalla curiosità di provare una cucina profondamente diversa da quella regionale e nazionale, affollavano i ristoranti e quanti nutrivano dubbi sulla provenienza degli ingredienti e sulla bontà dei piatti.

Spesso, la domenica sera, a conclusione di un week end passato con gli amici, con questi andavo in un ristorante cinese nel quale consumavo la triade asiatica: riso alla cantonese, pollo con mandorle e maiale in agrodolce (ricordo anche che in un'occasione provammo la frutta caramellata che ci fu servita con una ciotola di acqua nella quale immergere le dita per sciacquarle dal caramello; qualcuno ebbe l’idea di immergervi un pezzo di mela che si trasformò in un frammento di meteorite talmente duro da scheggiare il pavimento in caso fosse caduto).