giovedì 30 gennaio 2014

CARCIOTTA - Pasta con crema di scarti di carciofo alla ricotta, pinoli tostati e Parmigiano Reggiano


CATEGORIA: primo piatto

I CINQUE SENSI PIU' UNO: SENSAZIONI E RICORDI
Neve. Oggi ritrovo quelle sensazioni già vissute tante volte eppure sempre sorprendenti perché non quotidiane.

La pioggia spinge a rinchiudersi in casa, la neve a uscire. Questi fenomeni atmosferici raccontano la stupefacente mutevolezza dell'acqua, la sua capacità di trasformarsi e divenire in continuazione, favorendo la vita.

Forse perché sono piemontese e quindi abituata alle manifestazioni tipicamente invernali di una regione che dona al paese del quale fa parte pianure, colline e montagne, ma non disprezzo pioggia, nebbia e neve. le considero una possibilità di "dialogare" con la mia terra che si trasforma mese dopo mese, accompagnandomi lungo il cammino.

Forse è vero, un sottofondo malinconico questa "canzone" della natura lo ha, ma è una malinconia dolcissima, quasi un abbandono a un irresistibile sonno pomeridiano in un giorno di festa. Fa desiderare piatti che sappiano consolare e nutrire con un tocco di gusto che mi ricorda che l'infanzia è passata ed è ora di godere dell'età adulta e del tesoro d'esperienza che porta con sé.

IL VOLO PINDARICO: L'IDEA
Carciofi, carciofi, carciofi. Mi piacciono, li amo, li adoro. Ne ho fatto polpette, minestre, farcie e ora una crema per condire la pasta. Sono così buoni che non posso tollerare di sprecare nemmeno un grammo di questa delizia. Foglie e gambi che generalmente portano nel secchio dei rifiuti più del 60% dell'ortaggio, hanno molto da dare in fatto di gusto e non è richiesta troppa pazienza per beneficiarne.

martedì 21 gennaio 2014

IL MARE D'INVERNO - Tortini di pesce con crema di carciofi e patate e crostini


CATEGORIA: piatto unico

I CINQUE SENSI PIU' UNO: SENSAZIONI E RICORDI
Sono giorni di brutto tempo: cielo pesante e incolore, umidità diffusa, strade bagnate.

Il pesce può essere protagonista di un piatto caldo e rassicurante che sposa il sapore del mare a quello della terra. Un matrimonio lirico che unisce due apparenti opposti che si completano e arricchiscono vicendevolmente. La terra dà al mare confini e un sicuro appoggio per le onde che inarrestabili modellano le coste. Il mare dona alla terra i suoi benefici, l'aria salubre, la bellezza, il romanticismo e la poesia.

Il tempo delle spiagge e del sole è ancora lontano. In questo inverno che lentamente degrada verso la rinascita della primavera, in questi giorni in cui il freddo è ancora protagonista assoluto ma lancia appena percettibili messaggi di cambiamento, nella mia cucina il pesce asseconda il bisogno di calore domestico.

IL VOLO PINDARICO: L'IDEA
Patate povere e rassicuranti, dolci e coinvolgenti; carciofi eleganti e amarognoli, dal gusto inconfondibile accompagnano il sapore delicato del pesce celato in un tortino morbido che si appoggia su una crema vellutata. Le consistenze delicate dei protagonisti di questo piatto sono ravvivate dalla croccantezza delle briciole di pane tostate.

lunedì 20 gennaio 2014

LE ARANCE DELLA SALUTE PER AIRC

Banner AIRC

Cari lettori,

con le ricette che seguono partecipo al concorso Le Arance della Salute indetto da La Cucina Italiana a sostegno dell'Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro.

Ancora un volta, il cibo è uno strumento perfetto per sensibilizzare e fare del bene.

A presto!

Paola Uberti,
SLELLY - The Dark Side of Kitchen

mercoledì 15 gennaio 2014

CIBO & AMORE: un ricettario solidale per AIRP onlus


Cari lettori,

ho partecipato alla realizzazione di questo ebook solidale finalizzato alla raccolta fondi per AIRP onlus, un’associazione di pazienti che dedica la propria attività a tutti coloro che soffrono di una patologia ereditaria, il Rene Policistico Autosomico Dominante, malattia che colpisce oltre dodici milioni e mezzo di persone nel mondo e solo in Italia 65.000.

Il cibo è un potente mezzo di comunicazione, denso di significati etici e morali ed è un mezzo ideale per fare del bene.

Per scaricare l'ebook e donare 3 euro ad AIRP onlus, cliccate qui.

Grazie di cuore a tutti coloro che daranno il proprio contributo per sostenere la ricerca, i malati e le loro famiglie.

A presto!

Paola Uberti,
SLELLY - The Dark Side of Kitchen





Il Rene Policistico Autosomico Dominante

martedì 14 gennaio 2014

POLPUMATE - Polpette profumate agli agrumi con crema di arachidi e glassa all'arancia


CATEGORIA: secondo piatto

I CINQUE SENSI PIU' UNO: SENSAZIONI E RICORDI
È successo di nuovo. Nebbia sulle colline, prati madidi, alberi spogli, freddo. Come un po' di tempo fa, sensazioni che avrebbero dovuto ispirare desideri culinari di calore, comfort casalingo e territorialità hanno ispirato il bisogno di sapori idealmente collocati in Asia.

Ho riflettuto sul perché di questa strana controtendenza. Non è facile capire come il mio inconscio lavori in queste occasioni. Forse lego la campagna in inverno, con la sua stasi solo apparente e il suo mascherarsi nella bruma e nelle luci soffuse, così come la carne e i sapori agrumati, alla sensualità, fondendo entrambi in un piatto che sa ammantare una cena di avvolgente seduzione.

IL VOLO PINDARICO: L'IDEA
Succoso, caldo e fresco. Queste sensazioni si fondono nella ricetta che segue. Carne ricca e morbida, arachidi dal gusto burroso e coinvolgente dato dalla tostatura, agrumi dolci e aromatici, menta rinfrescante, zucchero di canna dal sapore di caramello e salsa di soia sapida e pungente. Questo piatto si è sviluppato in un autentico work in progress. Mano a mano che lo preparavo, gli ingredienti da usare comparivano nella mia mente attraverso sensazioni suggerite e desideri. Il risultato mi è piaciuto moltissimo: è un esempio di come le polpette, rassicurante cibo di conforto per antonomasia, possano diventare decisamente sexy.

venerdì 10 gennaio 2014

INSALATATA - Insalata di patate e pomodori secchi con crema di stracchino e timo


CATEGORIA: piatto unico

I CINQUE SENSI PIU' UNO: SENSAZIONI E RICORDI
La mia cucina è densa di emotività e, in quanto tale, rispecchia la mia vita, i miei stati d'animo, i miei bisogni.

A volte richiede pause. Periodi di sospensione in cui accumulo energia destinata a trasformarsi in nuovi stimoli.

Le feste natalizie hanno rappresentato una di queste pause, trascorse tra il calore domestico, il relax, l'indulgenza e la pianificazione di un nuovo futuro professionale.

Ora le luci intermittenti colorate dell'albero di Natale sono spente, quella sensazione di vivere in una dimensione parallela è esaurita. Torno alla vita quotidiana e, a rigenerazione compiuta, torno a cucinare e a scrivere per il mio blog.

Questa prima ricetta del nuovo anno è un modo di augurare a tutti voi il miglior 2014 che possiate desiderare e immaginare.

IL VOLO PINDARICO: L'IDEA
Calore, morbidezza, contrasti di sapore e semplicità. Questi sono i principi che stanno alla base della ricetta. Un modo delicato e confortante di iniziare il nuovo anno nella mia cucina.

Patate dal gusto rotondo e pieno, pomodori secchi che portano l'eco del sole estivo e un concentrato di sapore delizioso, stracchino avvolgente e acidulo, timo aromatico: gli ingredienti si fondono in un piatto semplice da gustare tiepido.