venerdì 10 gennaio 2014

INSALATATA - Insalata di patate e pomodori secchi con crema di stracchino e timo


CATEGORIA: piatto unico

I CINQUE SENSI PIU' UNO: SENSAZIONI E RICORDI
La mia cucina è densa di emotività e, in quanto tale, rispecchia la mia vita, i miei stati d'animo, i miei bisogni.

A volte richiede pause. Periodi di sospensione in cui accumulo energia destinata a trasformarsi in nuovi stimoli.

Le feste natalizie hanno rappresentato una di queste pause, trascorse tra il calore domestico, il relax, l'indulgenza e la pianificazione di un nuovo futuro professionale.

Ora le luci intermittenti colorate dell'albero di Natale sono spente, quella sensazione di vivere in una dimensione parallela è esaurita. Torno alla vita quotidiana e, a rigenerazione compiuta, torno a cucinare e a scrivere per il mio blog.

Questa prima ricetta del nuovo anno è un modo di augurare a tutti voi il miglior 2014 che possiate desiderare e immaginare.

IL VOLO PINDARICO: L'IDEA
Calore, morbidezza, contrasti di sapore e semplicità. Questi sono i principi che stanno alla base della ricetta. Un modo delicato e confortante di iniziare il nuovo anno nella mia cucina.

Patate dal gusto rotondo e pieno, pomodori secchi che portano l'eco del sole estivo e un concentrato di sapore delizioso, stracchino avvolgente e acidulo, timo aromatico: gli ingredienti si fondono in un piatto semplice da gustare tiepido.


COSA CI METTO: INGREDIENTI PER 2/3 PERSONE
  • 3 patate a pasta gialla di medie dimensioni
  • 100 grammi di stracchino freschissimo e morbido
  • 80 grammi di pomodori secchi non conditi
  • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
  • 1 cucchiaio d'aceto bianco
  • Latte intero fresco q.b.
  • Alcune foglioline di timo fresco
  • Sale fino q.b.
  • Pepe bianco macinato al momento q.b.
COME LO FACCIO: PROCEDIMENTO
Sistemo le patate in una capace pentola, unisco poco sale grosso e copro con acqua fredda. Porto a bollore e lesso i tuberi fino a quando sono teneri ma non sfaldati. Pelo le patate quando sono ancora calde e le lascio raffreddare.

Copro i pomodori secchi con abbondante acqua calda e aggiungo l'aceto. Lascio in ammollo sino a quando sono morbidissimi. Li scolo, li sciacquo con cura e li asciugo con carta assorbente prima di tagliarli a striscioline.


Stempero lo stracchino con una quantità di latte sufficiente a ottenere una crema morbidissima, utilizzando una forchetta per sbattere il composto e sciogliere tutti i grumi di formaggio. Condisco con l'olio, poco sale e pepe.


Taglio le patate a pezzi non troppo piccoli e le sistemo in una terrina.


Unisco le foglioline di timo, i pomodori e condisco con la crema di stracchino mescolando delicatamente. Assaggio e regolo di sale e pepe se necessario. Lascio riposare per 15 minuti.

Al momento di servire, intiepidisco l'insalata passandola brevemente in forno o in microonde.



I PRESENTI E GLI ASSENTI: principali allergie e intolleranze alimentari
Crostacei e prodotti a base di crostacei: NO
Uova e prodotti a base di uova: NO
Pesce e prodotti a base di pesce: NO
Arachidi e prodotti a base di arachidi: NO
Cereali contenenti glutine e prodotti derivati: NO
Soia e prodotti a base di soia: NO
Latte e prodotti a base di latte (compreso il lattosio): SI
Frutta con guscio e prodotti derivati: NO
Sedano e prodotti a base di sedano: NO
Senape e prodotti a base di senape: NO
Semi di sesamo e derivati: NO
Lupino e prodotti derivati: NO
Molluschi e prodotti derivati: NO
Patate e prodotti derivati: SI




3 commenti:

ELel ha detto...

Bentornata e che questo anno ti porti tanta felicità!
Mi piacciono sempre un sacco le tue ricette, le tengo lì fino a che ho cinque minuti per gustarmele con gli occhi dall'inizio alla fine!
Peccato che qui in Francia lo stracchino non esiste, sennò mi avevi risolto la cena di oggi che proprio non ho fantasia!

Paola Slelly Uberti - The Dark Side of Kitchen ha detto...

Ciao carissima,
auguro anche a te il miglior anno che tu possa sperare e immaginare.

Grazie per le tue parole e per il fatto di apprezzare tanto le mie ricette.

In alternativa allo stracchino, potresti provare il brie. Eliminando la crosta e lavorando bene la pasta con una forchetta o nel frullatore assieme al latte dovresti ottenere una crema simile a quella indicata nella ricetta. Il risultato sarà meno acidulo, ma ugualmente goloso.

A presto!

Paola Uberti,
SLELLY - The Dark Side of kitchen

ELel ha detto...

Ottima idea! Grazie mille davvero!