sabato 25 marzo 2017

Zabaione - TORINO MON AMOUR


Zabaione - TORINO MON AMOUR

CATEGORIA: dessert

I CINQUE SENSI PIU' UNO: SENSAZIONI E RICORDI
Credo esistano pochi piemontesi della mia generazione (e non solo) che, da bambini, all'ora di merenda, non mangiavano quello che per me è il proto - zabaione, ovvero il tuorlo d'uovo sbattuto con lo zucchero nei bicchieri infrangibili (che però quando cadevano a terra spargevano frammenti che saranno ritrovati sotto ai mobili ancora nell'anno 2999).

Dal proto - zabaione a quello che definisco proto - zabaione evoluto, il passo è stato breve, anche se per compierlo ho dovuto attendere di avere un'età consona: l'ovetto sbattuto "maturo", oltre a tuorlo d'uovo e zucchero, prevedeva un tocco di marsala secco o di moscato che, in poche gocce, condensava un senso di trasgressione da compiersi ogni tanto, con il beneplacito della nonna. Da lì la strada verso lo zabaione tout court è stata tutta in discesa: oggi lo amo follemente.

Fonti accreditate collocano la nascita dello zabaione a Torino nel XVI secolo, ad opera del frate francescano Pasquale Baylón, oggi considerato protettore di cuochi e pasticceri. A onor del vero, però, va detto che, sia geograficamente, sia storicamente, le origini dello zabaione sono dibattute e rimbalzano tra Torino, Napoli, l'Umbria e il forlivese. Indipendentemente da dove stia la verità, è fuori di dubbio che oggi sia una specialità tipica della cucina piemontese che lo contempla preparato con marsala secco o moscato.

Dolce, energetico, corroborante, delizioso, soffice e spumoso, lo zabaione è perfetto quando accompagnato da biscotti tradizionali come paste di meliga (a base di farina di mais che è un'eccellenza piemontese), savoiardi o lingue di gatto che la storia vuole siano state importate nella regione dalla Francia, grazie alla corte sabauda, così come molte altre specialità poi rimaneggiate a adattate ai gusti e allo stile piemontesi.

In molte famiglie, tra le quali la mia, a Natale si usa sposare lo zabaione al tipico panettone basso caratterizzato da un'irresistibile glassa alla nocciola.

Semplice e molto elegante, lo zabaione è, inoltre, una "soluzione dell'ultimo minuto" quando si ha bisogno di un dolce che consoli o dia la carica, fisica ed emotiva...

COSA CI METTO: INGREDIENTI PER 4 PERSONE
  • 8 tuorli d'uovo freschissimi
  • 8 cucchiai di zucchero semolato
  • 4 cucchiai di marsala o moscato secco

COME LO FACCIO: PROCEDIMENTO
Porto a bollore un po' d'acqua all'interno di una pentola sopra la quale io possa appoggiare una ciotola di vetro senza che il fondo di questa tocchi l'acqua.

mercoledì 15 febbraio 2017

MERENDA DA VIAGGIO - Pane, burro e acciughe rivisitato (focaccia con burro, acciughe, menta e marmellata di bergamotto)


CATEGORIA: finger food o portata per buffet.

Ho realizzato questa preparazione in collaborazione con DELIZIE DI CALABRIA DI SIRIANNI AGOSTINO (vai al sito cliccando QUI), un'azienda con sede a Cittanova (RC) che aderisce al progetto QUI DA NOI (vai al sito cliccando QUI).

L'azienda Sirianni, che si inserisce nel contesto agroalimentare del basso Aspromonte, è nata nel 1999 per desiderio del suo fondatore, Agostino Sirianni. Ha lo scopo di conservare e valorizzare le tradizioni locali, tra le quali la preparazione di conserve, confetture e marmellate che si configurano come prodotti di eccellenza, inseriti in una nicchia di mercato che fa dell'alta qualità la propria missione, realizzati a partire da materie prime del territorio coltivate in terreni di proprietà dell'azienda.



Conoscenza, ricerca ed esperienza nell'ambito della ristorazione legata al ristorante Petrara di proprietà della famiglia, unitamente all'attenzione per il gusto e la salute dei consumatori, sono gli elementi fondanti dell'attività aziendale che esclude l'utilizzo di additivi chimici e realizza prodotti sia convenzionali, sia biologici.

Delizie di Calabria di Sirianni Agostino produce marmellate e confetture di agrumi e frutti locali, conserve a base di cipolla rossa di Tropea IGP o peperoncino di Calabria, paté di aglio e peperoncino o di olive, ortaggi sottolio, specialità gastronomiche come involtini di melanzana, cipolline ripiene di tonno, aglio marinato, funghi e l'Esplosione di Calabria, un preparato a base di peperoncino per primi piatti, carni, formaggi e bruschette, confezionato come fosse un fuoco di artificio.




Per questa ricetta ho utilizzato la marmellata di bergamotto, una preparazione coinvolgente che unisce le note delicatamente aspre e amarognole dell'agrume a una discreta dolcezza, traendo ispirazione da una merenda tipica del piemonte: pan, bür e anciove (pane, burro e acciughe).

Pane, burro e acciughe, più che un piatto, è un assemblaggio di ingredienti che dà origine a una delizia capace di parlare, nella sua semplicità, di campagne, tradizioni famigliari, bambini cresciuti con alimenti genuinamente energetici, territorialità.

Pane burro e acciughe testimonia di come la memoria gastronomica sia un tesoro da custodire gelosamente, non solo perché parte del patrimonio storico di una terra, ma perché base di partenza per ideali viaggi culinari che fondono specialità di tutta Italia le quali donano, oltre al piacere, conoscenza e consapevolezza.

Nello specifico, pane burro e acciughe è viaggio allo stato puro.

Nonostante il Piemonte non sia bagnato dal mare, le acciughe sono una colonna portante della gastronomia regionale (pensate alla bagna caòda) poiché venivano importate dalla Liguria attraverso le Vie del Sale che partivano dalla riviera e giungevano nelle valli piemontesi e che costituivano l'ossatura del commercio di una risorsa preziosissima. Secondo alcune fonti, l'importazione in Piemonte delle acciughe sotto sale era un modo di evitare le gabelle legate al sale stesso.

In questa ricetta il viaggio parte dalla Liguria con la focaccia tipica e le acciughe, passa dal Piemonte dove prende spunto dalla merenda tradizionale ed eredita il delizioso burro di montagna e la menta di Pancalieri e termina in Calabria, dove la preparazione va a cercare la nota agrumata capace di portare equilibrio e l'iniezione euforizzante del peperoncino.


Quindi focaccia morbida e profumata di buon olio. Burro dolce, materno e cremoso nel quale si possono sentire non solo l'odore, ma il sapore dei prati di montagna e il calore delle mucche. Acciughe sapide nelle quali, chiudendo gli occhi, si riconoscono il sentore delle alghe e quell'odore di salsedine che accoglie noi piemontesi quando arriviamo alla fine dell'autostrada Torino - Savona e vediamo la striscia azzurra dell'acqua che risplende. Marmellata di bergamotti maturati sotto il sole forte, profondo, benigno di Calabria: frutti che si caricano dell'energia di una terra dai linguaggi intensi, coinvolgenti, profondi. Menta di Pancalieri e peperoncino calabrese che, in una giocosa guerra di opposti, rispettivamente rinfrescano e infiammano.

COSA CI METTO: INGREDIENTI PER 4 MONOPORZIONI
  • 4 acciughe liguri sotto sale
  • 4 pezzi di focaccia ligure di circa 20 grammi ciascuno
  • 4 cucchiaini di marmellata di bergamotto
  • 4 foglie di menta fresca di Pancalieri + 4 ciuffetti per la decorazione
  • Burro piemontese di montagna q.b.
  • Pepe nero macinato al momento q.b.
  • Peperoncino calabrese in polvere in quantità a piacere

ZUCCHINOTTI - Biscotti salati morbidi con zucchine disidratate e Parmigiano Reggiano

BISCOTTI SALATI MORBIDI CON ZUCCHINE E PARMIGIANO REGGIANO
 

CATEGORIA: finger food o ricette per buffet.

I CINQUE SENSI PIU' UNO: SENSAZIONI E RICORDI
Uno degli aspetti più divertenti dei finger food e dei piatti destinati a un buffet è il fatto di darmi la scusa per cucinare tanto.

Amo i piatti unici, non fraintendetemi, ma spesso, soprattutto nei week end, una benevola frenesia inizia a spumeggiare nel mio petto, muovendosi sempre più rapidamente e facendo in modo che idee, ispirazioni o desideri mi facciano interrompere qualsiasi attività e mi portino in cucina, dove mi aspettano, oltre agli ingredienti, gli utensili comprati nel corso degli anni, ai quali sono straordinariamente affezionata, si tratti di un cucchiaino di ceramica scheggiata o della planetaria.

Ma è alla fine delle mie braccia che trovo gli strumenti più stupefacenti. Non li ho acquistati: ho avuto il privilegio di riceverli in dono. Sono le mie mani. Quelle nelle quali riconosco la stessa forma, le stesse proporzioni, gli stessi minimi particolari che contraddistinguevano le mani di mia madre.

Usarle per cucinare, impastare, carezzare, tastare, sentire i cibi, ovvero per coltivare e sviluppare una passione che contribuisce a tenermi viva, è il minimo che io possa fare per dimostrare gratitudine: perché le mie mani non sono solo appendici, non sono solo utensili indispensabili. Sono uno dei modi con i quali una persona che ho amato, amo e amerò sempre, si manifesta a me ogni giorno.

Con le mani ho impastato e formato questi piccoli, morbidi e saporitissimi biscotti salati, perfetti per un aperitivo, anche dell'ultimo minuto poiché si preparano rapidamente, non richiedono riposo e cuociono in 15 minuti.

Ho realizzato i biscotti salati con zucchine disidratate e Parmigiano Reggiano in collaborazione con FARRIS, un'azienda di Orsara di Puglia, in provincia di Foggia, che produce ortaggi disidratati, semidry (privati quasi completamente dell'acqua naturalmente contenuta) e dry freeze (a cavallo tra disidratazione e surgelazione), destinati all'industria alimentare.

Rispettando severi standard qualitativi e avvalendosi della varietà vegetale che il territorio mette a disposizione, Farris controlla tutte le fasi produttive, dalla coltivazione (anche di materie prime biologiche, provenienti da lotta integrata e dotata di certificazione Global Gap), alla consegna del prodotto lavorato.

Tramite un processo produttivo moderno ed efficiente, i vegetali di Farris conservano gran parte del sapore, del colore e sono sicuri.

Farris (vai al sito cliccando QUI), aderisce progetto QUI DA NOI (vai al sito cliccando QUI).

#QuidaNoi #BiscottiSalati #fingerfood #ricetteveloci #ZucchineDisidratate #slelly

IL VOLO PINDARICO: L'IDEA
Parmigiano Reggiano e zucchine è un abbinamento che non ha bisogno di presentazioni: sapido e latteo il primo, dolci e delicate le seconde, restano intrappolati in una morbida gabbia dorata.

Provate questi biscotti salati e proponeteli ai vostri ospiti: vedrete che scateneranno l'effetto ciliegia: uno tirerà l'altro.

COSA CI METTO: INGREDIENTI PER CIRCA 12 BISCOTTI SALATI
  • 100 grammi di farina 00
  • 40 grammi di zucchine disidratate a cubetti FARRIS
  • 20 grammi di Parmigiano Reggiano grattugiato al momento
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • Acqua minerale naturale a temperatura ambiente q.b.
  • Sale q.b.
  • Pepe nero macinato al momento q.b.
COME LO FACCIO: PROCEDIMENTO
In una capace ciotola setaccio la farina e unisco le zucchine disidratate a cubetti, il Parmigiano Reggiano, l'olio extravergine, sale e pepe.

lunedì 6 febbraio 2017

CUCINA ANTI SPRECO: ONLINE IL NUOVO E-BOOK GRATIS DI LIBRICETTE.eu



Buongiorno e buona settimana a tutti,

sono molto felice di annunciare che il nuovo e-book gratuito pubblicato da mio sito LIBRICETTE.eu è online.

Si tratta di un'opera interamente dedicata alla CUCINA ANTI SPRECO: in 136 pagine troverete idee e ricette per limitare il più possibile lo spreco di cibo nelle nostre case e interessanti articoli di approfondimento legati agli sprechi alimentari e alle implicazioni ambientali, sociali ed economiche che questi implicano.


Dall'impiego di parti di frutta e verdura solitamente considerati scarti (gambi di broccolo, di carciofo, foglie delle carote...), al recupero del pane raffermo e all'utilizzo dei "fondi" della dispensa e del frigorifero, nel rispetto della stagionalità, l'e-book propone ricette elastiche perché riproducibili alla lettera, oppure adattabili alle specifiche esigenze di recupero e riciclo in cucina dei lettori.

Utilità quali dadi da brodo fratti in casa o estratti aromatici da usare nei dolci, finger food irresistibili, primi ricchi, dolci golosi: nessuno resterà a bocca asciutta!

Per scaricare gratuitamente l'opera: http://libricette.eu/ebook-gratuiti.html

I miei ringraziamenti vanno alle persone e alle realtà che hanno creduto in questo progetto:
Il media partner dell'e-book IdeeGreen.it, il punto di riferimento sul web per tutti quanti hanno a cuore la tutela dell’ambiente, il risparmio energetico, la creazione di un’economia sostenibile e uno stile di vita sano, attento all'alimentazione e al benessere psicofisico.
Elena Fabris di Mirafiorisocialgreen che ci ha accolto e che ha organizzato un evento importante, utile e socialmente rilevante.

Alla realizzazione dell’e-book, oltre a me e a Maria Antonietta Grassi del blog IL POMODORO ROSSO DI MANTGRA che ha lanciato l'idea, hanno contribuito con le loro ricette, molte delle quali inedite, i food blogger Monica Benedetto del blog UNA PADELLA TRA DI NOI, Silvia De Lucas del blog SILVIA PASTICCI, Fernanda Demuru del blog IL LECCAPENTOLE E LE SUE PADELLE, Silvia Leoncini del blog LA MASCA IN CUCINA, Roberto Leopardi del blog RED TOMATO PASSIONE ROSSA IN CUCINA, Monica Martino del blog ESPERIMENTI IN CUCINA, UNA BIOLOGA AI FORNELLI e Anna Laura Mattesini di EAT PARADE BLOG.

Il nostro affezionato pubblico che ci segue ogni giorno, per il quale lavoriamo con passione.

A presto con LIBRICETTE.eu e nuovi imperdibili e-book di ricette e cultura.


#antispreco #ricettericiclo #ricicloincucina #ricetteantispreco #avanzidicibo #ricicloavanzi #ricicloincucina #LibricetteEu #cucina #foodblogger #ricette #antispreco #ecologia #risparmio #green #cucinaresponsabile #ambiente #politicheambientali #ebook #ebookricette #ebookcucina #ebookgratis


lunedì 23 gennaio 2017

PRESENTAZIONE E-BOOK CUCINA ANTI SPRECO


Sono felicissima di annunciare che il mio sito LIBRICETTE.eu e Mirafiorisocialgreen, hanno dato vita a una nuova collaborazione all'insegna delle politiche anti spreco in cucina.



Il 4 febbraio prossimo, in occasione della Festa delle 5 ERRE, sarà presentato il nuovo e-book gratuito "CUCINA ANTI SPRECO - Recuperare, riciclare, risparmiare".


L'opera conterrà tante ricette, idee e consigli per non sprecare e imperdibili articoli di interesse comune.


Media partner dell'e-book è IdeeGreen.it, il punto di riferimento sul web per tutti quanti hanno a cuore la tutela dell’ambiente, il risparmio energetico, la creazione di un’economia sostenibile e uno stile di vita sano, attento all'alimentazione e al benessere psicofisico.

Un ringraziamento agli autori che assieme a me sono protagonisti dell'e-book: Maria Antonietta Grassi Anna Laura Mattesini Silvia Leoncini Silvia De Lucas Pasticci Fernanda Demuru Monica Martino Monica Benedetto Roberto Leopardi.

L'e-book sarà disponibile per il download a patire dal 4 febbraio 2017 sul sito www.libricette.eu

Vi aspettiamo!




mercoledì 18 gennaio 2017

E-BOOK GRATIS! CUCINA SANA, GUSTO E SORRISI da LIBRICETTE.eu

LIBRICETTE.eu, la prima libreria online dedicata agli e-book di cucina vi regala una nuova opera: CUCINA SANA, GUSTO E SORRISI.


Tante ricette per piatti leggeri, detox, sani e tante occasioni per sorridere, perché se dopo le feste dobbiamo stare leggeri a tavola, leggero deve essere anche il nostro spirito, grazie al buonumore.

Piatti colorati, pieni di sapore e utili per il benessere dell'organismo.



Questo e-book è nato da un'idea di Monica Bergomi e realizzato con il contributo prezioso di Monica Martino e degli altri autori di LIBRICETTE.eu: Monica Benedetto e suo figlio Nicolo’, Silvia De Lucas, Fernanda Demuru, Maria Antonietta Grassi, Silvia Leoncini, Roberto Leopardi, Anna Laura Mattesini.

Per scaricare gratuitamente l'e-book: http://libricette.eu/ebook-gratuiti.html

Alla prossima novità con LIBRICETTE.eu!

#ebook #ebookgratis #ebookcucina #ebookricette #foodblogger #ricette #cucina #ricettelight #ricettedetox #LibricetteEu #cucinasana #calorie #dieta #light #detox




giovedì 5 gennaio 2017

A BORDO DEL GUSTIBUS CON QUIDANOI ALLA SCOPERTA DELLE ECCELLENZE DEL TERRITORIO


Grazie al progetto QUIDANOI (vai al sito), voluto da Fedagri-Confcooperative (vai al sito) e all'amica Maria Antonietta Grassi del blog IL POMODORO ROSSO DI MANTGRA (vai al blog) che mi ha coinvolta, ho partecipato a una giornata che è stata stimolante oltre che formativa.

La sveglia di buonora, il viaggio in metro tra persone dirette al lavoro mentre io, felice, attendevo la mia fermata per iniziare un tour all'insegna delle eccellenze piemontesi a bordo del GUSTIBUS, un elegante mezzo attrezzato con cucina e saletta ristorante che ha portato me e altri amici blogger a Castiglione Faletto, in provincia di Cuneo, presso la CANTINA TERRE DEL BAROLO, dove siamo stati accolti con calore e entusiasmo da persone appassionate e competenti e da cibi e vini di alta qualità.

Dopo un viaggio rilassato e piacevole, durante il quale abbiamo partecipato a un "gioco" che ha messo alla prova le nostre capacità sensoriali, l'ingresso nella sede di Terre del Barolo è stato una rivelazione. Un ambiente accogliente, disseminato di bottiglie che meritavano di essere scoperte con la calma e la devozione che si devono a prodotti di livello nei quali si nascondono storie di territori e famiglie.

giovedì 22 dicembre 2016

Cheesecake alla ricotta piemontese (seirass) con sciroppo al caffè - COFFEESECAKE


CATEGORIA: dessert.

I CINQUE SENSI PIU' UNO: SENSAZIONI E RICORDI
Il seirass può essere considerato la ricotta piemontese, anche se la tecnica produttiva lo avvicina ai formaggi. A base di latte di pecora e vaccino, può essere arricchito con crema di latte, ha una consistenza morbida e cremosa e una pasta molto fine e meno granulosa della ricotta "normale". Tradizionalmente è confezionato in coni di lino.

Il seirass ha un sapore delicato ed elegante e si presta a moltissimi utilizzi, sia in piatti salati, sia in preparazioni dolci, come questa.

Del cheesecake amo la possibilità di variarlo in centinaia di modi e la semplicità che nasce dal suo cuore di formaggio delicato nel quale si agita una nota acida che trovo irresistibile e che contrasta le coperture o gli accompagnamenti più zuccherini.

Se poi lo strato cremoso è percorso dall'elegante sussurro della vaniglia e sferzato dalla forza di uno sciroppo al caffè in cui vibrano note tostate e amarognole, beh...io mi abbandono, non ho scelta. E nemmeno la vorrei...

IL VOLO PINDARICO: L'IDEA
Questo cheesecake nasce da una ricetta "base", tratta da un libro di cucina acquistato negli Stati Uniti. È una preparazione che ho messo a punto nel tempo, adattandola alla mia passione per l'utilizzo della ricotta nei dolci.

Se poi mi parlate dell'abbinamento di due acidità straordinarie quali quella della ricotta ovina e del caffè, allora sfondate una porta aperta: oltre ad essa mi troverete ad aspettarvi con una fetta di cheesecake al seirass con sciroppo al caffè...

COSA CI METTO: INGREDIENTI PER UNO STAMPO A CERNIERA DI 26 CM DI DIAMETRO (6 PERSONE)

Per la base del del dolce:
  • 150 grammi di biscotti del tipo DIGESTIVE
  • 45 grammi di zucchero di canna
  • 45 grammi di burro
Per lo strato cremoso del dolce:
  • 430 grammi di seirass piemontese o ricotta mista ovina-vaccina, addizionata con panna fresca
  • 320 grammi di formaggio bianco fresco, spalmabile
  • 130 grammi di zucchero di canna
  • 30 grammi di farina 00
  • 3 uova grandi
  • Alcune gocce di estratto naturale di vaniglia
Per la copertura:
  • Cacao in polvere q.b.
  • Caffè in polvere q.b.
Per lo sciroppo al caffè:
  • 475 grammi di acqua minerale naturale
  • 150 grammi di zucchero semolato
  • 126 grammi di caffè espresso (circa 3 tazzine)

mercoledì 21 dicembre 2016

Crema di zucca con gorgonzola e amaretti fiammeggiati in bicchierino - ZUCCA AL BICCHIERE



CATEGORIA: ricetta per buffet.

I CINQUE SENSI PIU' UNO: SENSAZIONI E RICORDI
Finger food, buffet, aperitivo, happy hour...parole che sono sinonimo di "deliziami subito, qui, adesso".

Sì, perché le mini porzioni, i bicchierini o i piatti da gustare con le mani, in un solo boccone, sono piccoli piaceri che fanno della varietà una stimolazione continua.

Dalle verdure ai cereali e ai formaggi, dalle uova alle carni e ai pesci, non ci sono limiti.

Milioni di combinazioni classiche o ardimentose per celebrare momenti di festa o la fine di lunghe settimane all'insegna del gusto e di quel relax sornione che sa di auto compiacimento, ma anche di condivisione.

IL VOLO PINDARICO: L'IDEA
La zucca, superstar del mondo vegetale in autunno e inverno, con la sua dolcezza pare essere stata creata dalla natura per accompagnare formaggi saporiti e robusti come il gorgonzola. Un tocco di amaretto sbriciolato che assume note affumicate grazie a un passaggio di fiamma ed ecco che elementi semplici si trasformano in un bicchierino sorprendente.

COSA CI METTO: INGREDIENTI PER 6 MONOPORZIONI
  • 400 grammi di polpa di zucca butternut
  • Gorgonzola dolce q.b.
  • 6 amaretti secchi
  • 1 spicchio d'aglio
  • 1 cipolla bionda
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 2 cucchiaini di aceto di mele
  • Sale q.b.
  • Pepe nero macinato al momento q.b.

giovedì 15 dicembre 2016

PIATTI DELLE FESTE PER TUTTI, il nuovo e-book di LIBRICETTE.eu



Il mio sito LIBRICETTE.eu vi regala il nuovo e-book di ricette per le prossime feste che a tavola mette tutti d'accordo.

Tante proposte per incontrare gusti e necessità di quanti vogliono o devono escludere alcuni alimenti, che piacerranno anche a chi non ha limitazioni.

Dagli stuzzichini ai dolci, l'e-book propone ricette "senza". Senza glutine, senza latticini, senza carne o pesce, senza uova...

Ce n'è per tutti i gusti!

L'opera nasce da un'idea mia e di Maria Antonietta Grassi ed è arricchita dalle ricette dei food blogger Monica Benedetto e il figlio Nicolo’, Monica Bergomi, Silvia De Lucas, Fernanda Demuru, Maria Antonietta Grassi, Silvia Leoncini, Roberto Leopardi, Monica Martino, Anna Laura Mattesini che sono i preziosi autori di LIBRICETTE.eu

Per scaricare gratuitamente l'e-book: http://libricette.eu/ebook-gratuiti.html

A presto con altre novità e BUONE FESTE A TUTTI!

#RicetteNatalizie #RicetteNatale #EbookCucina #EbookRicette #IntolleranzeAlimentari #SenzaGlutine #SenzaLattosio #SenzaUova #Vegetariano #Vegano