giovedì 10 settembre 2015

DOMENICA PIZZA 2 - Pizza soffice con peperoni, cipollotti, acciughe, capperi e feta


CATEGORIA: piatto unico - prodotti da forno

I CINQUE SENSI PIU' UNO: SENSAZIONI E RICORDI
Quando ero bambina, la mia famiglia passava il mese d'agosto in Liguria, a Spotorno. I trentuno giorni passavano sempre troppo in fretta per un'adoratrice del mare. Tra giorni di sole, lunghi bagni in mare e passatempi che mutavano anno dopo anno, passando da formine, palette e secchielli ai tornei di pallavolo, io ero sempre felice.
Uno dei giochi che la mia inseparabile amica Chicca ed io facevamo quando l'età era ancora "verdissima" era l'allestire un forno-pasticceria immaginario. Ci sistemavamo dietro alla prima fila di sedie a sdraio e, con una buona scorta di acqua di mare, iniziavamo a bagnare la sabbia e a confezionare finte torte, focacce e pizze. Queste ultime ci riuscivano particolarmente bene ed erano le preferite dagli avventori, ovvero dai nostri genitori e dai miei zii che puntualmente si prestavano al gioco, acquistando fette tagliate con la paletta e servite nelle loro mani.
Ricordo in particolare la "pizza rossa", ovvero il disco di sabbia che decoravamo con sassolini bianchi (la mozzarella) e frammenti di tegole o mattoni levigati dalle onde che imitavano il pomodoro.

A questi ricordi è dedicata la ricetta che segue. Ora che l'estate volge al termine e la voglia di piatti ricchi e confortanti diventa prepotente, poche cose sono più efficaci di una pizza fatta in casa con la stessa gioia e lo stesso entusiasmo che provavo nell'impastare sabbia.

IL VOLO PINDARICO: L'IDEA
Io amo molto le pizze con le verdure. Trovo che il connubio tra pasta e vegetali, arricchito dalla salsa di pomodoro e dal formaggio, sia irresistibile. Se poi tra gli ortaggi c'è un esponente della famiglia delle cipolle, beh...che ve lo dico a fare!

La ricetta che seguo per realizzare la pasta permette di ottenere una pizza alta, molto soffice e delicatamente croccante all'esterno.

Vedi anche DOMENICA PIZZA - Pizza soffice con pomodoro concassé, verdure grigliate e Parmigiano Reggiano: vai alla ricetta

COSA CI METTO: INGREDIENTI PER 3 PIZZE

Per la pasta:
  • 500 grammi di farina tipo 1 macinata a pietra
  • 200 grammi di acqua
  • 100 grammi di latte intero fresco
  • 20 grammi di olio extravergine di oliva per l'impasto + q.b. per ungere le teglie e la superficie delle pizze
  • 3,5 grammi di lievito di birra secco
  • 1 cucchiaino abbondante di zucchero
  • 1 cucchiaino abbondante di sale fino
Per il condimento:
  • 400 grammi di peperone rosso
  • 300 grammi di passata di pomodoro
  • 180 grami di feta
  • 9 filetti di acciuga sott'olio
  • 3 cipollotti piccoli
  • 3 cucchiai di capperi sott'aceto sciacquati e scolati
  • Origano secco q.b.
  • Olio extravergine di oliva q.b.
  • Sale q.b.
  • Pepe nero macinato al momento q.b.
  • Peperoncino fresco finemente tritato q.b.

COME LO FACCIO: PROCEDIMENTO
Preparo la pasta della pizza.
Intiepidisco leggermente l'acqua e il latte e li mescolo assieme allo zucchero. Sciolgo il lievito di birra nei liquidi e lascio riposare per 5 minuti.

Nel frattempo arieggio bene la farina mescolandola con un cucchiaio.

Unisco la farina ai liquidi in cui ho sciolto il lievito e impasto fino a quando sono completamente assorbiti.

Aggiungo sale e olio e impasto ancora per 10 minuti fino ad ottenere una pasta liscia, uniforme e non troppo dura (deve attaccarsi leggermente alle dita).

Formo una palla che infarino e sistemo in una capace ciotola anch'essa infarinata. Copro la ciotola con un canovaccio pulitissimo e umido (per lavarlo non uso detersivi ma lo faccio bollire per 10 minuti in abbondante acqua) e trasferisco il tutto nel forno spento con la luce accesa.


Lascio lievitare per due ore o fino al raddoppio del volume della pasta.


Trascorso il tempo riprendo l'impasto e lo divido in tre porzioni. Formo altrettante palle che sistemo su una grande teglia infarinata, distanziandole bene. Copro nuovamente con il canovaccio umido e rimetto nel forno con la luce accesa. Lascio lievitare per altre due ore.

Terminata la seconda lievitazione, ungo generosamente tre grosse teglie da forno con olio extravergine di oliva e vi stendo le porzioni di pasta con le mani infarinate, senza raggiungere i bordi. Ungo con poco olio la superficie delle pizze che trasferisco ancora una volta nel forno spento con la luce accesa. Le pizze devono lievitare in teglia per altre due ore.


Quando le pizze hanno terminato l'ultima lievitazione, le tolgo dal forno e le sistemo in un luogo caldo, al riparo da correnti d'aria nell'attesa di condirle.

Riscaldo il forno alla massima temperatura.

Verso la passata di pomodoro in una ciotola e la condisco con un po' di origano, olio, sale, pepe e un pizzico di zucchero.

Elimino calotta, semi e coste bianche interni dei peperoni. Li divido in falde e li taglio a striscioline.

Mondo i cipollotti e li affetto a rondelle non troppo sottili (altrimenti bruceranno in cottura).

Stendo un terzo di passata di pomodoro su ciascuna pizza.


Proseguo con i cipollotti, i peperoni, le acciughe e i capperi. Condisco con un filo di olio, una macinata di pepe e pochissimo sale (le acciughe e la feta - che metto sulla pizza cotta - sono già sapide).


Cuocio per 10/12 minuti nel forno portato alla massima temperatura. Il mio raggiunge i 225°C; in caso il vostro sviluppi temperature più alte o inferiori, regolate di conseguenza il tempo di cottura delle pizze che devono risultare delicatamente croccanti fuori e morbide all'interno (attenzione a non cuocerle troppo: potrebbero diventare "biscottate").  Estraggo dal forno e completo con la feta sbriciolata. Trasferisco nei piatti individuali e servo immediatamente.


I PRESENTI E GLI ASSENTI: principali allergie e intolleranze alimentari
Crostacei e prodotti a base di crostacei: NO
Uova e prodotti a base di uova: NO
Pesce e prodotti a base di pesce: SI
Arachidi e prodotti a base di arachidi: NO
Cereali contenenti glutine e prodotti derivati: SI
Soia e prodotti a base di soia: NO
Latte e prodotti a base di latte (compreso il lattosio): SI
Frutta con guscio e prodotti derivati: NO
Sedano e prodotti a base di sedano: NO
Senape e prodotti a base di senape: NO
Semi di sesamo e derivati: NO
Lupino e prodotti derivati: NO
Molluschi e prodotti derivati: NO
Patate e prodotti derivati: NO




Nessun commento: