giovedì 20 ottobre 2016

VELLUTANDO - Vellutata di peperoni di Carmagnola e rape viola di Cervere con ricotta salata caramellata

 

CATEGORIA: primo piatto o piatto unico

I CINQUE SENSI PIU' UNO: SENSAZIONI E RICORDI
Alla ricerca della bellezza e del senso di pace interiore che essa trasmette, spesso rifletto sul significato profondo di parole che fanno parte del linguaggio corrente e che dovrebbero essere considerate compagne di vita.

Un compagno di vita che ci dona bellezza e gioia, non deve mai essere considerato scontato. Farlo ne depaupera l'importanza, la significanza, il valore e ci logora se ci lasciamo anestetizzare dalla consuetudine.

Per le parole valgono gli stessi principi. Meditare sulle sensazioni che un avvicendarsi di lettere suscita è un atto che possiamo compiere in qualsiasi momento. Non servono strumenti, di là dalla nostra mente e dal nostro cuore.

Vellutata...soave parola. Elegante, discretamente sensuale, quasi metafisica. Ispira in me le sensazioni che provo nell'accarezzare un tessuto morbido sul quale la mia mano scivola come sulla superficie di un denso lago immoto. Porta nei miei pensieri il desiderio di strofinare la guancia contro una superficie accogliente, con gli occhi chiusi e un sorriso abbozzato, in un momento paradossale che, pur essendo fisico, mi proietta in una dimensione mentale e spirituale.

Le parole contribuiscono a portare bellezza anche in cucina: una bellezza che va oltre l'estetica, travalica il visibile e scaraventa nella bolla dei sensi dove si serrano gli occhi per acuire olfatto e gusto.

IL VOLO PINDARICO: L'IDEA
Peperoni di Carmagnola, rape viola di Cervere, patate che donano alle vellutate una carezza di gusto, consistenza e sostanza, danno vita a un primo piatto autunnale che accosta la dolcezza degli ortaggi all'intensa sapidità della ricotta salata che, grazie al calore della fiamma, assume note affumicate e si ammanta di croccante caramello.

COSA CI METTO: INGREDIENTI PER 3 PERSONE
  • 2 peperoni gialli di Carmagnola per un totale di circa 300 grammi
  • 1 patata di circa 200 grammi
  • 150 grammi di rape viola di Cervere
  • 60 grammi circa di ricotta salata
  • 40 grammi di porro di Cervere
  • 2 cucchiai colmi di Parmigiano Reggiano grattugiato al momento
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva + un po' per rifinire il piatto
  • 1 grosso spicchio d'aglio
  • Paprika dolce in polvere q.b.
  • Zucchero di canna q.b.
  • Sale q.b.
  • Pepe nero macinato al momento q.b.
  • Acqua bollente q.b.
COME LO FACCIO: PROCEDIMENTO
In una capace pentola verso due cucchiai di olio extravergine e unisco il porro tagliato a rondelle sottili e lo spicchio d'aglio in camicia leggermente schiacciato.
Aggiungo un pizzico di zucchero di canna, una presa scarsa di sale e una macinata di pepe.

Porto la pentola su una fiamma bassa, copro e lascio stufare il porro fino a quando è morbido, avendo cura di non bruciarlo e di evitare che l'aglio imbiondisca (sono necessari circa 10 minuti; l'aglio deve rilasciare sapore senza soffriggere).

Nel frattempo sbuccio la patata e la taglio a cubetti di circa 1 cm di lato.

Elimino coste bianche e semi interni dai peperoni che riduco a falde, poi a fettine sottili.


Rimuovo le estremità delle rape e le affetto sottilmente.


Elimino l'aglio dalla pentola, alzo la fiamma e aggiungo le verdure. Lascio insaporire per circa 5 minuti mescolando spesso.


Aggiungo acqua bollente senza coprire troppo gli ortaggi.


Copro la pentola, porto a bollore, riduco il fuoco e cuocio per 10 - 15 minuti o fino a quando peperoni, rape e patate sono morbidissimi.

Nel frattempo riduco la ricotta salata a fette spesse circa 3 millimetri che sistemo su una superficie resistente al calore o in una teglia da forno. Cospargo con poco zucchero di canna e, con un cannello, faccio caramellare lo zucchero e abbrustolire leggermente la ricotta, muovendo la fiamma in continuazione. In alternativa sistemo il formaggio cosparso di zucchero sotto al grill del forno molto caldo.


Quando gli ortaggi sono morbidi, aggiungo il Parmigiano Reggiano grattugiato e frullo il tutto con un frullatore a immersione. Assaggio e regolo di sale e pepe se necessario (la vellutata non deve essere eccessivamente sapida poiché deve contrastare la ricotta salata).


Verso la vellutata nei piatti individuali e la cospargo con un po' di paprika.

Rifinisco con un filo di olio extravergine a crudo, una macinata di pepe e la ricotta salata caramellata.

Servo immediatamente.


I PRESENTI E GLI ASSENTI: principali allergie e intolleranze alimentari
Crostacei e prodotti a base di crostacei: NO
Uova e prodotti a base di uova: NO
Pesce e prodotti a base di pesce: NO
Arachidi e prodotti a base di arachidi: NO
Cereali contenenti glutine e prodotti derivati: NO
Soia e prodotti a base di soia: NO
Latte e prodotti a base di latte (compreso il lattosio): SI
Frutta con guscio e prodotti derivati: NO
Sedano e prodotti a base di sedano: NO
Senape e prodotti a base di senape: NO
Semi di sesamo e derivati: NO
Lupino e prodotti derivati: NO
Molluschi e prodotti derivati: NO
Patate e prodotti derivati: SI




Nessun commento: