mercoledì 12 ottobre 2016

NERGI® DI MONTAGNA - Battuto di Nergi® al miele di castagno e cannella con crostini integrali al lardo


CATEGORIA: antipasto.

I CINQUE SENSI PIU' UNO: SENSAZIONI E RICORDI
Un freddo aggressivo, inaspettato e repentino, è calato su di noi. È calato sulla terra che dà origine a un piccolo frutto verde intenso come lo sono i sogni irrazionali e le fantasie che ci colgono nella nostra essenza più autentica, quando siamo sinceramente noi stessi, senza veli, senza schermi.

In un clima simile, la frutta diventa compagna di sapori e consistenze burrose, consolatorie e appetibili. Si sposa a salumi ricchi che con la sapidità contrastata da acidità e dolcezza rimescolano i pensieri, scuotono le emozioni, fanno desiderare grandi e calde coperte sotto alle quali accomodarsi in sospensioni temporali edonistiche.

Il freddo sposta l'anima dal mare alle montagne solenni e cerebrali. Luoghi ricchi di cibi straordinari e panorami capaci di indurci alla riflessione.

Perché non riflettere assaporando un piatto ricco di contrasti?

IL VOLO PINDARICO: L'IDEA
Eccomi a maneggiare rustico e robusto pane integrale, miele di castagno dalle acuminate note nasali e amarognole, lardo setoso, cannella elegante e Nergi®, frutto dolce, venato da una piacevolissima, delicata acidità, per un antipasto semplice e stimolante.

Il Nergi® appartiene alla specie Actinidia arguta ed è anche noto come kiwi siberiano o baby kiwi. È il frutto di una pianta originaria dell'Asia orientale molto antica, che per molto tempo è esistita solamente allo stato selvatico.

Negli anni 90 del XX secolo, ricercatori neozelandesi hanno incrociato alcune varietà tramite impollinazione naturale, ottenendo un frutto dalle medesime caratteristiche nutrizionali ed organolettiche dell'originale, ma più resistente ed adatto ad essere coltivato e commercializzato.

La pianta sulla quale nascono i Nergi® ha la forma di una liana in grado di salire oltre i 6 metri di altezza. Fiorisce durante l'estate e i frutti, da 10 a 50 kg per pianta, maturano durante l'estate. La raccolta avviene tra la fine di agosto e l'inizio di settembre, in funzione del clima e del territorio di coltivazione, dopodiché le piccole sfere verdi, raccolte rigorosamente a mano, una per una, sono stoccate in locali climatizzati dove avviene una sorta di affinatura, come fossero preziosi formaggi.

La coltivazione del Nergi® rispetta i principi dell'agricoltura sostenibile e biologica.

I Nergi® sono piccoli frutti di colore verde interamente edibili. La superficie può presentare piccole macchie legate al tipo di suolo o alle condizioni climatiche: esse non indicano difetti o problemi di conservazione e non inficiano in alcun modo la qualità o la sicurezza di questo alimento. Per le stesse ragioni, all'interno del frutto si può trovare una parte di polpa di colore rosato.

In Italia il Nergi® è coltivato in particolar modo in Piemonte, terra che, grazie al clima e alla qualità dei terreni, offre le condizioni ideali per la crescita e la maturazione dei frutti.

Bello da vedere, dolce e con un vago e piacevolissimo sottofondo acidulo, ricco di principi nutritivi importanti per la salute (in particolare vitamina C), il Nergi® si consuma al naturale come fosse un frutto di bosco, ma può essere impiegato con successo in ricette creative e stimolanti.

Per maggiori informazioni cliccate QUI.

#ILNERGIDELLADOMENICA #NERGIFOOD

COSA CI METTO: INGREDIENTI PER 2 PERSONE
  • 6 piccole fette di pane integrale di circa 20 grammi ciascuna, spesse 1 cm
  • 150 grammi di Nergi®
  • Alcune fette sottili di lardo al rosmarino
  • 1 cucchiaino scarso di miele di castagno
  • 1 pizzico di cannella
  • Pepe nero macinato al momento q.b.
COME LO FACCIO: PROCEDIMENTO
Riscaldo una piasta antiaderente e vi tosto le fettine di pane fino a quando sono croccanti e leggermente abbrustolite.
Nel frattempo taglio i Nergi® a pezzi che batto sul tagliere con la lama di un coltello affilata.

Trasferisco il battuto di Nergi® in una ciotola e unisco il miele, poca cannella e una macinata di pepe non troppo abbondante. Mescolo e distribuisco il battuto nei piatti individuali.

Dispongo il lardo sui crostini caldi e appoggio questi ultimi sul battuto di Nergi®.

Cospargo con poca cannella e una macinata di pepe e servo immediatamente.


I PRESENTI E GLI ASSENTI: principali allergie e intolleranze alimentari
Crostacei e prodotti a base di crostacei: NO
Uova e prodotti a base di uova: NO
Pesce e prodotti a base di pesce: NO
Arachidi e prodotti a base di arachidi: NO
Cereali contenenti glutine e prodotti derivati: SI
Soia e prodotti a base di soia: NO
Latte e prodotti a base di latte (compreso il lattosio): NO
Frutta con guscio e prodotti derivati: NO
Sedano e prodotti a base di sedano: NO
Senape e prodotti a base di senape: NO
Semi di sesamo e derivati: NO
Lupino e prodotti derivati: NO
Molluschi e prodotti derivati: NO
Patate e prodotti derivati: NO




Nessun commento: