giovedì 2 giugno 2011

PASTA E FAGIOLI TONNATA - Unione della pasta e fagioli con l'insalata di tonno, fagioli e pomodoro.

CATEGORIA: primo piatto.

I CINQUE SENSI + UNO: SENSAZIONI E RICORDI.
Ci sono piatti che, pur essendo tipici dell'inverno, sono così buoni da farsi desiderare anche quando la stagione non è propizia.
Ci sono ingredienti che, uniti a quelli classici di una ricetta ideale nella stagione fredda, sono in grado di sdoganare quest'ultima e renderla adatta ai giorni tiepidi della prima estate.
Ci sono materie prime che sembrano essere state concepite da Madre Natura per unirsi tra loro e regalare al palato esperienze perfette e appaganti.

Cremosa, ricca e nutriente, la pasta e fagioli è un rustico insieme di sapori rassicuranti che sanno di campagna, di prati congelati al mattino, di alberi fantasma seminascosti da dense nubi di umidità che salgono dalla terra dormiente.
L'insalata di tonno, pomodoro e fagioli, con il suo sapore pungente di cipolla fresca, dona alla bocca un'esperienza di gusti accoglienti e al contempo rinfrescanti e acuti e profumi caserecci che mi ricordano quanto possa essere straordinaria la semplicità.




IL VOLO PINDARICO: L'IDEA.
Questa ricetta è un modo di sposare gli ingredienti base di due accostamenti tradizionali che vedono protagonista il fagiolo. La pasta e fagioli è 'citata' dalla presenza della pasta secca integrale che potenzia la nota rustica del piatto e si unisce alle materie prime presenti nell'insalata di tonno, pomodoro e fagioli, all'insegna di un primo nutriente che unisce idealmente l'inverno all'estate attraverso i frutti che queste stagioni mettono a nostra disposizione.







COSA CI METTO: INGREDIENTI PER 4 PERSONE.
  • 320 grammi di pasta corta integrale
  • 2 coste di sedano bianco non troppo grandi
  • 1/2 cipolla bianca
  • 1 carota
  • 400 grammi di fagioli borlotti già lessati (usate preferibilmente fagioli secchi e non in scatola).
  • 160 grammi di tonno all'olio EVO, in scatola.
  • 8 pomodorini ciliegia
  • Un mazzetto di origano fresco
  • Olio EVO, sale e pepe nero macinato al momento q.b.
COME LO FACCIO: PROCEDIMENTO.
In una capace pentola, porto a bollore abbondante acqua salata.
In un cutter trito non troppo finemente la cipolla, il sedano e la carota.
Ungo un'ampia padella con un filo di olio EVO e vi pongo il trito di verdure. Accendo la fiamma media e faccio stufare leggermente (le verdure dovranno rimanere un po' croccanti e non spappolarsi). Spengo il fuoco.
Frullo i fagioli con un filo d'olio EVO, una presa di sale e una macinata di pepe. In caso il composto sia troppo asciutto e il cutter non riesca a frullarlo, aggiungo un po' d'acqua bollente prelevandola dalla pentola destinata a cuocere la pasta.
Inserisco la purea di fagioli nella padella e unisco il tonno sgocciolato e sbriciolato grossolanamente.
Mescolo accuratamente il tutto e regolo di sale e pepe.
Lesso la pasta.
Nel frattempo scotto i pomodorini in acqua bollente per pochi secondi e poi, scolandoli con una schiumarola, li tuffo in acqua freddissima. Con un coltello seghettato pratico una leggera incisione a croce sulla superficie di ciascun pomodorino ed elimino la pelle. Taglio a metà, elimino l'acqua di vegetazione e i semi e taglio ancora in due.
Quando la pasta è cotta, la scolo e la verso nella padella assieme ai pomodorini. Accendo la fiamma alta per riscaldare.
Mescolo il tutto con cura e impiatto.
Spolvero con poco origano spezzettato con le dita e decoro con un ciuffetto di prezzemolo riccio.




I PRESENTI E GLI ASSENTI: principali allergie e intolleranze alimentari.

Crostacei e prodotti a base di crostacei: NO
Uova e prodotti a base di uova: NO
Pesce e prodotti a base di pesce: SI
Arachidi e prodotti a base di arachidi: NO
Cereali contenenti glutine e prodotti derivati: SI
Soia e prodotti a base di soia: NO
Latte e prodotti a base di latte (compreso il lattosio): NO
Frutta con guscio e prodotti derivati: NO
Sedano e prodotti a base di sedano: SI
Senape e prodotti a base di senape: NO
Semi di sesamo e derivati: NO
Lupino e prodotti derivati: NO
Molluschi e prodotti derivati: NO
Patate e prodotti derivati: NO

CHI RESTA E CHI SE NE VA.
La pasta integrale può essere sostituita con la pasta corta di mais che manterrà l'aspetto rustico del piatto meglio della pasta di riso.
Il sedano può essere omesso.

Nessun commento: