domenica 11 ottobre 2015

MAIALE UBRIACO - Stinco di maiale alla birra weiss


CATEGORIA: secondo piatto.

I CINQUE SENSI PIU' UNO: SENSAZIONI E RICORDI
Ora che il barbecue si prende la sua meritata pausa annuale, tocca a forno e pentole accogliere la carne per cuocerla lentamente.
Autunno e inverno sono stagioni che insegnano l'arte della pazienza, del saper attendere e di quel controllo di sé benefico dentro e fuori la cucina. Non parlo di controllare se stessi annichilendo creatività e positivo furore interiore, ma dell'imparare a riconoscere quella forma di impazienza che nasce dalle frustrazioni e dalle cattive abitudini mentali.
Ieri, nella casa silenziosa e profumata di carne che brasava dolcemente, pregustavo la mia cena, fantasticavo sui sapori, li desideravo e mi godevo quello stesso desiderio.

IL VOLO PINDARICO: L'IDEA
Venerdì scorso sono stata all'Oktoberfest di Torino. Tra litri di birra che venivano serviti senza sosta alle centinaia di persone che mi circondavano e con la musica dell'orchestra che intratteneva, Bretzel, Weißwurst, salsicce, stinchi di maiale e sauerkraut comparivano sui tavoli accanto ai boccali di liquido dorato.
La serata ha ispirato la cena del giorno dopo: due stinchi polposi, marinati a lungo e cotti al forno senza fretta per portare tra le mura domestiche l'eco di una serata spensierata e divertente.

COSA CI METTO: INGREDIENTI PER DUE PERSONE
  • 2 stinchi di maiale da 700 grammi circa ciascuno
  • 500 ml di birra weiss (per una ricetta adatta agli intolleranti, sostituire la birra weiss con un prodotto privo di glutine)
  • 8 bacche di ginepro
  • 8 foglioline di salvia
  • 4 rametti di rosmarino
  • 1 cucchiaio scarso di semi di cumino
  • 1 cipolla rossa
  • 1 spicchio d'aglio
  • Olio extravergine di oliva q.b.
  • Sale q.b.
  • Pepe nero macinato al momento q.b.

COME LO FACCIO: PROCEDIMENTO
In un mortaio pesto grossolanamente le bacche di ginepro e i semi di cumino.


Pelo lo spicchio di aglio e lo taglio a metà.

Spello la cipolla e la taglio in quattro parti.

Sfrego la superficie degli stinchi con mezzo spicchio d'aglio che poi getto via.

Sistemo gli stinchi in una pirofila e unisco, distribuendo uniformemente, rosmarino, salvia, cipolla e il restante aglio tagliato a pezzetti. Cospargo la carne con le bacche di ginepro e i semi di cumino pestati.


Verso la birra sugli stinchi.


Copro il tutto con pellicola da cucina e sistemo in frigorifero. Lascio marinare per 8 ore girando la carne una volta.

Terminata la marinatura, riscaldo il forno a 190°C in modalità statica. Scolo gli stinchi e li asciugo con carta da cucina. Filtro il liquido e lo tengo da parte.

Riscaldo poco olio in una padella antiaderente e rosolo gli stinchi su tutti i lati per ottenere una crosticina ben dorata.

Fodero il fondo e i bordi di una teglia grande abbastanza da contenere gli stinchi ma non troppo capace, con alluminio da cucina. Vi sistemo la carne che condisco con una generosa dose di sale e pepe. Unisco 3/4 della marinata versandola sul fondo della teglia e non sulla carne.


Copro il tutto con altro alluminio e cuocio in forno a 190°C per un'ora.

Trascorso il tempo, scopro la teglia e aggiungo la restante marinata. Inforno nuovamente a teglia scoperta e cuocio per un'altra ora. Gli stinchi devono restare morbidi e succosi e la carne si deve ritirare dall'osso di alcuni centimetri.


A fine cottura estraggo gli stinchi dal forno e li lascio riposare nel liquido per almeno 5 minuti. Li servo dopo averli scolati e irrorati con un po' di fondo di cottura.


I PRESENTI E GLI ASSENTI: principali allergie e intolleranze alimentari
Crostacei e prodotti a base di crostacei: NO
Uova e prodotti a base di uova: NO
Pesce e prodotti a base di pesce: NO
Arachidi e prodotti a base di arachidi: NO
Cereali contenenti glutine e prodotti derivati: SI (per una ricetta adatta agli intolleranti, sostituire la birra weiss con un prodotto privo di glutine)
Soia e prodotti a base di soia: NO
Latte e prodotti a base di latte (compreso il lattosio): NO
Frutta con guscio e prodotti derivati: NO
Sedano e prodotti a base di sedano: NO
Senape e prodotti a base di senape: NO
Semi di sesamo e derivati: NO
Lupino e prodotti derivati: NO
Molluschi e prodotti derivati: NO
Patate e prodotti derivati: NO




2 commenti:

Eleonora Gambon ha detto...

Buono lo stinco alla birra!!!!

Paola Slelly Uberti ha detto...

Ciao Eleonora!
Lo stinco alla birra e una serata freddina...connubio perfetto 😉