giovedì 3 dicembre 2015

MANGIAMI - Tartufi di cioccolato e datteri


CATEGORIA: dessert.

I CINQUE SENSI PIÙ UNO: SENSAZIONI E RICORDI
I tartufi al cioccolato, non chiedetemi perché, mi fanno pensare a piccoli pianeti per i quali io sono un enorme satellite il cui scopo è accompagnarli lungo l'orbita che seguono nella mia casa, dalla cucina alla scatola dei dolci (già contenitore dei krumiri più celebri del Piemonte), fino a quando di essi non resta traccia.
Deliziosamente sferici, sobri, eleganti nella forma e nel sapore denso che vibra sulle note amare del cioccolato e nella polverosa asciuttezza del cacao, possono essere variati in numerosi modi, permettendo alla creatività di esprimersi con delicata compostezza, sensuale indulgenza, sottile gioia.

Mangiare i tartufi al cioccolato è un atto multisensoriale nel senso più autentico del termine. Essi dialogano con la bocca offrendo a essa sensazioni disarmanti nella loro efficacia allusiva e comunicativa. Si approcciano con le labbra che fremono a contatto con la secchezza vellutata della polvere di cacao, si addentano con un gesto delicato che è al contempo riverenza alla bontà e desiderio di prolungare il piacere. In bocca si sciolgono lentamente grazie al calore del corpo. Non è tutto ciò esempio di una seduzione fine, sapiente, letale?

IL VOLO PINDARICO: L'IDEA
Come spesso capita quando cucino un cibo che può essere declinato in più varianti, un frizzante entusiasmo prende possesso di me. Sto già pensano a quanti e quali tartufi preparerò, mossa dal desiderio di sperimentare, provare, curiosare nel favoloso mondo degli ingredienti.

Questa volta ho realizzato tartufi semplicissimi a base di cioccolato fondente, addolciti dal delizioso sapore dei datteri secchi, frutti scossi da un accento sinuoso, quasi metallico, come fossero la traduzione del gusto dell'oro. La scorza d'arancia completa e profuma in un abbinamento classico quanto incapace di stancare.

COSA CI METTO: INGREDIENTI PER 24 TARTUFI CIRCA
  • 200 grammi di cioccolato fondente al 70% senza additivi
  • 80 grammi di datteri secchi snocciolati
  • La scorza grattugiata di un’arancia non trattata
  • 20 grammi di cacao amaro in polvere + un po’ per rivestire i tartufi

COME LO FACCIO: PROCEDIMENTO
Frullo i datteri assieme a due cucchiai di acqua fino ad ottenere una purea grossolana.


Sciolgo il cioccolato a bagno maria e lo lascio intiepidire.


Unisco i datteri frullati, la scorza d’arancia e i 20 grammi di cacao. Mescolo per amalgamare il tutto ottenendo un composto piuttosto sodo.


Prelevo un cucchiaino di impasto e lo tuffo nel cacao rimanente rivestendolo completamente. Formo una pallina e la sistemo su una teglia con il fondo foderato di carta da forno. Procedo allo stesso modo fino a esaurimento del composto.

Trasferisco li tartufi in frigorifero e li lascio rassodare per almeno tre ore prima di servirli.

I PRESENTI E GLI ASSENTI: principali allergie e intolleranze alimentari
Crostacei e prodotti a base di crostacei: NO
Uova e prodotti a base di uova: NO
Pesce e prodotti a base di pesce: NO
Arachidi e prodotti a base di arachidi: NO
Cereali contenenti glutine e prodotti derivati: NO
Soia e prodotti a base di soia: NO
Latte e prodotti a base di latte (compreso il lattosio): NO
Frutta con guscio e prodotti derivati: NO
Sedano e prodotti a base di sedano: NO
Senape e prodotti a base di senape: NO
Semi di sesamo e derivati: NO
Lupino e prodotti derivati: NO
Molluschi e prodotti derivati: NO
Patate e prodotti derivati: NO

Per tutti i tipi di allergia o intolleranza prestare attenzione agli ingredienti contenuti nel cioccolato.




Nessun commento: