martedì 3 marzo 2015

PATAMOLE - "Guacamole" di patate dolci


CATEGORIA: antipasto o finger food

I CINQUE SENSI PIU' UNO: SENSAZIONI E RICORDI
Sto vivendo una stagione di amore folle e bruciante per le patate dolci. Mi sono sempre piaciute, ma nelle ultime settimane ho stretto con loro un rapporto gastronomico particolare. "Dialogo" con esse attraverso il gusto e la vista. Adoro tagliarle e scoprire la polpa soda, di un arancio esplosivo, che sa trasformarsi nella più voluttuosa e sericea delle puree. E il loro sapore...deliziosamente dolce, per alcuni versi assimilabile e quello di un miele delicato e discreto.
Buone se protagoniste di un dolce, diventano puro appagamento sensoriale quando sono alla base di piatti salati, specie se articolati tra contrasti di sensazioni e se ricchi di spezie che avvolgono gli altri ingredienti con la loro eleganza.

IL VOLO PINDARICO: L'IDEA
Parlando di amori folli, non posso non pensare anche al guacamole. Deliziosa salsa messicana che, scivolando sulla burrosità dell'avocado, come un mare gonfio di onde imponenti, fa sì che il sapore salga e scenda, viri, si avvolga, picchi sulla spiaggia e torni a se stesso per ricominciare il gioco.

Questa ricetta, saporita, aromatica, dolce e piccante, è ispirata al guacamole, con alcune varianti, prima tra tutte l'utilizzo delle patate dolci come ingrediente principale.


COSA CI METTO: INGREDIENTI PER DUE PERSONE
Per la salsa:
  • 1 patata dolce di circa 350 grammi
  • 1 peperone rosso di circa 200 grammi
  • 1 piccolo scalogno
  • 1/2 lime
  • Alcune gocce di tabasco
  • Cumino in polvere q.b.
  • Coriandolo fresco q.b.
  • Olio extravergine di oliva q.b.
  • Sale q.b.
  • Pepe nero macinato al momento q.b.
Per accompagnare:
  • 2 piadine (per una ricetta adatta ai celiaci sostituire l'ingrediente con un prodotto equivalente privo di glutine)

COME LO FACCIO: PROCEDIMENTO
Cuocio la patata dolce al vapore fino a quando risulta molto tenera (in alternativa è possibile lessarla). Pelo il tubero quando è ancora caldo e ne schiaccio la polpa con una forchetta per ottenere una crema. Lascio raffreddare.

Trito finemente lo scalogno e alcune foglie di coriandolo fresco e riduco il peperone a cubetti molto piccoli. Unisco il tutto alla purea di patata dolce.

Condisco con un po' di olio, sale, pepe, tabasco, il succo e la scorza del mezzo lime e un po' di cumino in polvere.

Mescolo con cura e lascio riposare per almeno mezz'ora.

Nel frattempo taglio le piadine in spicchi che tosto nel forno a 175° C, 3 minuti per parte (devono essere appena dorate e croccanti).

Servo la crema di patate dolci con gli spicchi di piadina tostati.



I PRESENTI E GLI ASSENTI: principali allergie e intolleranze alimentari
Crostacei e prodotti a base di crostacei: NO
Uova e prodotti a base di uova: NO
Pesce e prodotti a base di pesce: NO
Arachidi e prodotti a base di arachidi: NO
Cereali contenenti glutine e prodotti derivati: SI (per una ricetta adatta ai celiaci sostituire le piadine con un prodotto equivalente privo di glutine)
Soia e prodotti a base di soia: NO
Latte e prodotti a base di latte (compreso il lattosio): NO
Frutta con guscio e prodotti derivati: NO
Sedano e prodotti a base di sedano: NO
Senape e prodotti a base di senape: NO
Semi di sesamo e derivati: NO
Lupino e prodotti derivati: NO
Molluschi e prodotti derivati: NO
Patate e prodotti derivati: SI




Nessun commento: