lunedì 10 settembre 2012

COZZUPPETTA - Zuppetta di pomodoro e verdure con cozze aromatiche


CATEGORIA: antipasto

I CINQUE SENSI PIU' UNO: SENSAZIONI E RICORDI
E' ancora mare. Settembrino, tiepido e stupendo.

Acqua limpida attorno agli scogli, sassi ovali e levigati di origini diverse: antichi frammenti di montagna o semplici residui di mattoni rossi o piastrelle modellate da anni di onde, sabbia e sale che li hanno resi belli come gemme.

Ombre che si allungano, mattine fresche, mare cristallino e calmo in cui poche persone si bagnano e nel quale piccoli pesci nuotano avvicinandosi alla riva.

Sono arrivata al mare di venerdì sera, dopo un viaggio tranquillo e senza fretta. La natura, quando l'estate volge al temine, suggerisce ritmi lenti, rilassati, ristoratori. L'aria era piena di odore di acqua di mare e pinete, di resine, ulivi e sale. Quell'odore inconfondibile che trasuda dalle rocce che costeggiano la via Aurelia.


In questa stagione così romantica, in questi giorni in cui il corpo ha ancora voglia di libertà dagli abiti, ma a sera si accoccola volentieri in una maglia leggera che copre le braccia, cucinare è un sottile piacere, ondeggiante tra malinconia e godimento. L'estate ormai matura, dimentica degli sfarzi naturali del sole rovente e delle lunghissime ore di luce, si fa più silenziosa e sobria, elegante e austera. Si prepara alla trasformazione, ai seducenti giochi di prestigio di giornate fresche e piovose che si alternano ad altre che sembrano promettere un'eterna stagione del sole.

IL VOLO PIANDARICO: L'IDEA
La sera era tiepida e da giorni provavo il desiderio di mangiare una zuppa di verdure, ma il bisogno di sapori estivi era ancora prepotentemente presente, quasi un'infantile negazione dell'autunno imminente, un modo di chiedere alla natura ancora un attimo di indulgenza.

Sono passata davanti alla pescheria del borgo che apre a sera, quando i residenti e i villeggianti lasciano le spiagge e si dirigono verso casa. Sul banco cozze nere, lucide e freschissime.

Verdure fresche e ancora piene di sole mi aspettavano a casa: ho pensato quindi di preparare una zuppetta vegetale da accompagnare ai mitili e da gustare accompagnata da una tradizionale e squisita focaccia tiepida.

COSA CI METTO: INGREDIENTI PER QUATTRO PERSONE

Per le cozze:
  • 2 kg di cozze
  • 1 ciuffo di prezzemolo
  • Alcune foglie di basilico
  • Alcune foglie di menta
  • 1 limone non trattato
  • 1 spicchio di aglio
  • Vino bianco q.b.
Per la zuppetta:
  • 5 pomodori maturi
  • 1 grossa costa di sedano 
  • 1 grossa carota
  • 1 cipolla bionda media
  • 1 spicchio di aglio
  • Pepe nero macinato al momento
  • Peperoncino fresco q.b.
  • Olio evo q.b.
Per la finitura del piatto:
  • Alcune foglie di prezzemolo, menta e basilico
  • Olio evo q.b.
  • Pepe nero macinato al momento q.b.
  • Focaccia tradizionale per accompagnare (vai alla ricetta)

COME LO FACCIO: PROCEDIMENTO
Lavo le cozze sotto acqua corrente raschiandole con una paglietta metallica o un coltellino per eliminare le incrostazioni. Scarto i frutti di mare aperti o con il guscio danneggiato.

Rimuovo il bisso tirandolo verso la parte larga delle valve.

Sistemo i mitili in una larga pentola e unisco il prezzemolo, il basilico, la menta, la scorza di 1/4 di limone, l'aglio e il vino. Mescolo il tutto.

Porto la pentola su una fiamma vivace, copro e cuocio sino a che le cozze si aprono.



Scolo le cozze e le metto da parte, conservando il liquido di cottura che filtro attraverso un colino a maglia finissima. Elimino i mitili che non si sono aperti.

Preparo la zuppetta.

Sbuccio la cipolla e la taglio a fette sottili.

Sbuccio e schiaccio leggermente l'aglio.

Riduco sedano e carota a cubetti.

Scaldo una generosa quantità di olio in una larga padella e vi rosolo la cipolla su fiamma vivace per alcuni minuti avendo cura che non bruci.

Unisco l'aglio, il sedano e la carota e soffriggo ancora.

Condisco con pepe nero e peperoncino fresco tritato (quantità a piacere).



Abbasso la fiamma e aggiungo mezzo bicchiere di liquido di cottura delle cozze. Cuocio le verdure senza farle intenerire troppo (conferiranno alla zuppetta un aspetto più rustico e un po' di croccantezza).

Lavo e asciugo i pomodori e li sbuccio utilizzando un coltellino affilato. Taglio la calotta e rimuovo i semi e l'acqua di vegetazione interni.

Taglio la polpa a cubetti.

Unisco i pomodori alle altre verdure e cuocio per pochi istanti.



Spengo la fiamma e frullo brevemente con un frullatore a immersione senza rendere la zuppetta troppo fine. Assaggio per regolare di sale se necessario. Metto da parte tenendo in caldo.



Sguscio le cozze tenendone alcune intere per la decorazione del piatto.

Trito finemente prezzemolo, menta e basilico.

Suddivido la zuppetta in quattro fondine, vi distribuisco le cozze sgusciate e un paio di mitili con il guscio.

Cospargo con un po' di trito aromatico, un giro di olio EVO a crudo e una macinata di pepe nero.

Servo immediatamente accompagnando con focaccia tiepida.




I PRESENTI E GLI ASSENTI: principali allergie e intolleranze alimentari
Crostacei e prodotti a base di crostacei: NO
Uova e prodotti a base di uova: NO
Pesce e prodotti a base di pesce: NO
Arachidi e prodotti a base di arachidi: NO
Cereali contenenti glutine e prodotti derivati: SI (la focaccia di accompagnamento)
Soia e prodotti a base di soia: NO
Latte e prodotti a base di latte (compreso il lattosio): NO
Frutta con guscio e prodotti derivati: NO
Sedano e prodotti a base di sedano: SI
Senape e prodotti a base di senape: NO
Semi di sesamo e derivati: NO
Lupino e prodotti derivati: NO
Molluschi e prodotti derivati: SI
Patate e prodotti derivati: NO

CHI RESTA E CHI SE NE VA
La focaccia può essere omessa.

Il sedano può essere omesso.




Nessun commento: